La quinoa


quinoa-polaLa quinoa è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae (Amaranthaceae secondo la classificazione APG) cioè fa parte della stessa specie degli spinaci e della barbabietola. E’ composta da spighe che sviluppano semi piccoli e sferici.

La quinoa viene per lo più coltivata dalle popolazioni andine. Ha ottime proprietà nutritive; contiene: fibre, vitamine (gruppo B e la vitamina E), minerali (calcio, fosforo, magnesio, ferro e zinco), grassi prevalentemente insaturi; inoltre è priva di glutine ed è adatta sia per l’alimentazione degli adulti che dei bambini.

Si può cucinare in maniera molto semplice ma si presta anche a molteplici ricette sfiziose. E’ importante lavare bene i semi prima di cucinarli al fine di eliminare i residui di saponina che potrebbe lasciare un sapore un po’ amaro. E’ meglio usare un colino molto fine perché i semi sono molto piccoli e si rischia di perderli usando un normale colapasta…
Il metodo più semplice ricorda un po’ la preparazione del cuscus. E’ sufficiente mettere una dose di quinoa in una pentola con doppia dose d’acqua (1 tazza di quinoa + 2 tazze di acqua) salare a piacere e cuocere per 15-20 minuti. La cottura è perfetta quando i semi diventano trasparenti. La quinoa, cuocendo, aumenta un po’ di volume quindi 70 grammi dovrebbero essere sufficienti. Noi che siamo dei mangioni ne usiamo 100 grammi a testa!

Noi ci siamo inventati questa ricettina perché ci ispirava l’abbinamento degli ingredienti. I fiori di zucca e i cipollotti erano appena colti dall’orto e le mozzarelline fresche fresche…

La ricetta


pronto-pola

Ingredienti per 2 persone:
200 gr. di quinoa
5/6 fiori di zucca
5 mozzarelline di bufala
1 cipollotto
brodo vegetale
sale
pepe
olio d’oliva

Preparazione:
Sciacquare bene la quinoa con acqua corrente lasciandola poi scolare. Sminuzzare il cipollotto e metterlo a rosolare con un filo d’olio fino a quando non risulta dorato. Aggiungere la quinoa e farla tostare per qualche minuto, mescolando con un cucchiaio di legno. Procedere con la cottura come se fosse un normale risotto, aggiungendo il brodo e aggiustando di sale e pepe. A cottura quasi ultimata aggiungere le mozzarelle. Due minuti prima di togliere dal fuoco aggiungere i fiori di zucca sminuzzati, lasciandone qualcuno da parte per decorare. A fine cottura, lasciare riposare un minuto poi mettere nei piatti e decorare con i fiori di zucca.

mangiato-pola

.

.

.

Il piatto dimostra che la nostra ricettina è stata apprezzata!

.

.

About the Author La Enry

A photographer always photographs herself; she is always expressing her soul. (Cathleen Naundorf) ... Un mago mi dà una sola possibilità: scrivere o disegnare? Non può chiedermi una cosa così... É un mago cattivo. Mi piace tutto, scrivere, disegnare, suonare il piano, mangiare tutto il cioccolato che si può senza morire... (Mad)

2 commenti

  1. Dopo questi due giorni di monodieta depurativa ho una gran voglia di un piattone così… buonissimo!!!!

    Il brutto tempo dei prossimi giorni chissà porti consiglio per altri piatti sfiziosi

    Mi piace

Rispondi / Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...