A Milano, nelle sale di Palazzo delle Stelline, dal 20/10/2011 al 08/01/2012, saranno presentate cento opere fotografiche di Leonard Freed in un’esposizione che avrà come titolo “Io amo l’Italia”. Un lavoro dedicato all’Italia e agli italiani, visto l’amore del fotografo per il nostro paese. Gli scatti, che vanno dalla metà del Novecento agli inizi del nuovo secolo, abbracciano i lavori di Freed dagli esordi fino alla maturità della sua carriera. 
La passione per il nostro paese lo porta in Italia per ben 45 volte e, ritraendo luoghi e persone, Freed riesce a raccontarci mezzo secolo della nostra storia. In queste immagini, rigorosamente in bianco e nero, si può riconoscere la nostra società, il lato umano, caldo e spontaneo, degli italiani.


“Il grande maestro e personaggio che segna la storia della fotografia, associato alla Magnum dagli anni ’50, con “Io amo l’Italia”, ci regala l’immagine di noi stessi, dell’Italia e degli italiani, portando al nostro occhio un’indimenticabile ritratto di un’unità nelle singolarità. Quella delle società, delle comunità, delle città, da Napoli, Roma, Venezia, Milano, dei singoli”. Camillo Fornasiei, Presidente della Fondazione Stelline.


“Sono come uno studente curioso, che vuole imparare. Per poter fotografare devi prima avere un’opinione, devi prendere una decisione. Poi quando stai fotografando, sei immerso nell’esperienza, diventi parte di ciò che stai fotografando. Devi immedesimarti nella psicologia di chi stai per fotografare, pensare ciò che lui pensa, essere sempre molto amichevole e neutrale.” Leonard Freed



“Voglio una fotografia che si possa estrapolare dal contesto e appendere in parete per essere letta come un poema.” Leonard Freed


About the Author La Enry

A photographer always photographs herself; she is always expressing her soul. (Cathleen Naundorf) ... Un mago mi dà una sola possibilità: scrivere o disegnare? Non può chiedermi una cosa così... É un mago cattivo. Mi piace tutto, scrivere, disegnare, suonare il piano, mangiare tutto il cioccolato che si può senza morire... (Mad)

3 commenti

  1. It’s a shame you don’t have a donate button! I’d most certainly donate to this brilliant blog! I suppose for now i’ll settle for book-marking and adding your
    RSS feed to my Google account. I look forward to new updates and will share this website with
    my Facebook group. Chat soon!

    Mi piace

Rispondi / Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...