Quando di un antico passato non sussiste niente,annusare
dopo la morte degli esseri,
dopo la distruzione delle cose,
soli, più fragili ma più intensi,
più immateriali, più persistenti, più fedeli,
l’odore e il sapore restano ancora a lungo,
come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare,
sulla rovina di tutto il resto, a reggere, senza piegarsi,
sulla loro gocciolina quasi impalpabile,
l’immenso edificio del ricordo.

Marcel Proust

In Svizzera, Ficcanaso al Parco ha avuto un grande successo e adesso lo possiamo annusare anche qui in Italia!

Ficcanaso è un percorso unico alla scoperta di uno dei sensi meno conosciuti e più affascinanti: l’olfatto. Fra essenze, puzze nauseabonde e raffinati profumi, Ficcanaso accompagna i visitatori, in punta di naso, fra giochi e curiosità alla scoperta di qualcosa in più su di sé, sul mondo e sul nostro cervello.

Una scoperta olfattiva unica che si snoda tra 100 odori diversi dando la possibilità di conoscere uno dei nostri sensi meno conosciuti e più ricchi di fascino. Un viaggio tra odori, puzze e profumi che ci stimolano a ricordare eventi, luoghi, persone, oggetti legati a sensazioni ed emozioni “profumate”.

Ficcanaso, ovvero metti il naso su 100 odori è stato ideato da L’ideatorio, un progetto congiunto dell’Università della Svizzera italiana e dell’Istituto scolastico della città di Lugano per rendere la scienza incontrabile e alla portata di tutti. Il loro sito (http://www.ideatorio.usi.ch/)

Allego il loro dossier di presentazione della mostra Ficcanaso del 2012, interessante per scoprire esattamente di cosa si tratta e come si snoda il viaggio olfattivo. Questo è il sito della mostra: (http://ficcanaso.eu/Home/), utile per le info su biglietti, orari, idee per la scuola…

Anche l’ambientazione merita un occhio di riguardo (o naso di riguardo…?). Ficcanaso è ospite dell’elegante dimora seicentesca Villa Mirabello all’interno della cornice verde del Parco di Monza. Da scoprire a questo link: (http://www.reggiadimonza.it/VILLA_MIRABELLO/134)

ficcanaso al parco di monza

 

 

About the Author La Enry

A photographer always photographs herself; she is always expressing her soul. (Cathleen Naundorf) ... Un mago mi dà una sola possibilità: scrivere o disegnare? Non può chiedermi una cosa così... É un mago cattivo. Mi piace tutto, scrivere, disegnare, suonare il piano, mangiare tutto il cioccolato che si può senza morire... (Mad)

Rispondi / Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...